Una “truffa” legale ovvero quando il gioco delle parole cambia la comunicazione

Non tutte le truffe sono uguali, alcune sono legali, ma hanno comunque il sapore della truffa.

Qualche giorno fa vengo contattata da una ragazza molto gentile che mi dice che Radio news 24 è interessata alla mia associazione e che vorrebbero farmi un’intervista.

Stavo parlando con una persona, quindi quando la signorina mi dice che mi manderà tutte le informazioni per posta elettronica, taglio corto la telefonata promettendo di controllare meglio dopo l’arrivo della mail.

Poco dopo mi arriva un messaggio WhatsApp con un video-promo che ricalca perfettamente la grafica di RAI news 24 e che propone queste interviste ai vari settori di mercato.

Nel successivo messaggio mi viene indicata l’ora dell’intervista, la modalità e il form per iscrivermi.

Il form per iscrivermi? un attimo, mica sono io che voglio fare questa intervista, sono loro che mi hanno cercato. A questo punto la cosa non mi torna, mando il messaggio a Andrea e a Anna e anche loro si insospettiscono subito e vanno a cercare i collegamenti tra radio news 24 e Rai news 24.

E’ stato come aprire il vaso di Pandora.

Sono saltati fuori blog, articoli e pure le fantomatiche interviste.

Non è una truffa, nel senso che Radio news 24 fa davvero quello che dice, cioè ti fa una video intervista on line che poi manderà in onda, solamente la parte audio, non video.

Quello che non dicono è che i 5 minuti di intervista andranno in onda dalle 00:00 alle 4:00 del mattino, su una radio non ben identificata e che se dopo vorrai il video o l’audio dell’intervista, per pubblicizzarlo sui vari social lo puoi comprare alla modica cifra di €65 + i.v.a.

Sulla cifra vi riporto quello che ho trovato on line, visto che non sono arrivata a farmi dire i pacchetti che uno può comprare. In alcuni siti si parla addirittura di cifre intorno ai €300. Immagino che vi saranno varie possibilità di acquisto.

Ho guardato il loro sito e ammetto che ci sia della maestria, nel senso che il limite con la truffa è stupendo. Hanno pubblicato anche un’intervista di Mentana, che è uscita su RDS. Anche questo è perfettamente legale, quello che non è giusto è giocare sul cercare di illudere le persone con un marchio famoso per fargli perdere tempo e a volte anche denaro.

Il mio consiglio per questa azienda, da lavoratore dell’arte è quello di fare davvero quello che fanno, senza nascondersi.

La pubblicità è a tutti gli effetti un’arte e se fatta bene è pure molto interessante e ingegnosa e non ha nulla da invidiare ad altre arti più “antiche”.

Sarebbe molto meglio creare un proprio brand, un proprio nome e durante la telefonata dire chi si è veramente e proporre l’intervista. Visto che hanno l’opportunità di raccogliere così tante storie, di fatto hanno in mano un patrimonio in podcast e la rubrica delle storie delle persone e del loro lavoro, sopratutto in questo momento, di trasformazione, potrebbe essere artisticamente e socialmente veramente interessante.

Radio più serie di questa sarebbero probabilmente anche interessate a una rubrica di podcast con questi temi! Che ne dite di proporre un pitch con il vostro lavoro? ci avete mai pensato?

Purtroppo invece, tutto quello che si nasconde dietro questa cosa è come sempre il denaro.

In questi casi non si può fare nulla, solo stare attenti.

Con questo articolo non vi voglio dire assolutamente di non fare l’intervista per Radio news 24, siete liberissimi di farla, ma consapevoli che non è un’intervista, ma una trovata pubblicitaria che scimmiotta un brand famoso.

Se siete artisti, vi consiglio di farvelo da soli il video, lo pagate meno e la visibilità è assolutamente migliore, oppure vi consiglio qualche agenzia pubblicitaria. Anche in questo caso, spenderete meno e avrete più scelta e sicuramente più risultati.

C’è una cosa importante, quando vi stanno per truffare c’è una vocina interiore che vi mette in allerta e ce n’è un’altra che vi dice di continuare, ma il sapore delle truffe è sempre il solito e dopo che vi hanno truffato una volta, lo imparate a riconoscere. Ascoltate la vocina interiore e seguite il vostro istinto. Quando vi telefonerà la gentile signorina di Radio News 24, ascoltate che sapore avete in bocca davvero e se sentite un retrogusto amaro fidatevi di voi e lasciate perdere.

Cosa fanno le truffe a livello psicologico?

Vi sentite degli inetti. Come avete fatto a cascarci? Ricordatevi che sono professionisti e sanno esattamente come fare a fregarvi. Come voi sapete fare il vostro mestiere loro sanno fare il loro. Tutti siamo stati fregati e quello che rimane dopo è sempre e solo il senso di vergogna. Ci sentiamo stupidi. Ho visto questo su volti di persone che amo e ho provato questa sensazione quando è capitato a me. Non c’è niente di stupido nel cadere in una truffa, ma al giorno d’oggi se uno ha il tempo per controllare su internet, spesso ha la capacità e la possibilità di scoprire se quello che gli stanno proponendo è una truffa o no. Prendetevi il tempo per capire se quello che vi propongono è davvero quello che è oppure se c’è qualche cosa che non vi torna, continuate a cercare.

Per questo ho deciso di scrivere questo articolo, per aggiungere una voce ai tanti articoli di internet e fare chiarezza su una Radio che non è per niente chiara nelle sue intenzioni e che non truffa la gente, ma gli lascia sicuramente l’amaro in bocca e la sensazione di venir aggirati senza capire bene il perché.

la comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.