Crea sito

Foto e Racconti di Autunno in cantiere 2016

Anche quest’anno la rassegna “Autunno in Cantiere” si è conclusa.
La sfida che ci eravamo posti questa volta era quanto mai ambiziosa, ma credo che abbia trovato un riscontro positivo.
Dopo anni di attività incentrate sui bambini, quest’anno ci siamo trovati ad organizzare un tipo di evento completamente differente, che coinvolgesse maggiormente gli adulti.
Il pubblico ha risposto bene e le attività sono state seguite e vissute attivamente dai numerosi partecipanti.

Direi che questa è la migliore sintesi che si possa fare.
Vi lasciamo con questa carrellata di foto, divise per tema, in modo da poter rivivere con noi i vari momenti della rassegna.

La rappresentazione del teatro Schabernack

Georg e Angelika Schabernack hanno portato in scena due monologhi di una bellezza unica, liberamente tratti da un testo di Stefano Benni. Per un’ora sono riusciti ad intrattenere grandi e piccini, lasciando il pubblico a bocca aperta.
Ecco le foto di scena.

Retrospettiva su Oddo Oddi a cura della Famiglia Boiler

Provocatori e brillanti, la famiglia Boiler ci ha portato nel 1920, con le sue contraddizioni e il suo modo di pensare.
Una retrospettiva tra il serio e l’ironico, studiata nei minimi particolari, dove la musica di Oddo Oddi è stata riscoperta.Dopo anni che non venivano recuperati e suonati i suoi spartiti, Oddo Oddi è stato al centro di questa serata, lasciando nel pubblico molte domande. I testi di Oddo infatti sono molto particolari, proprio anche a causa dell’epoca in cui venivano cantati e a causa del pubblico a cui erano destinati. Una performance interessante e ricca di spunti di riflessione, in grado di strapparti un sorriso e di farti pensare allo stesso tempo.

Performance di improvvisazione “Voce e Suoni”

Una performance che ha toccato il cuore a molti poichè era veramente tanto che non vedevamo il maestro Luchino in scena con i suoi esperimenti e la sua musica. Nata dalla sinergia di due artisti che hanno collaborato spesso in passato e che per l’occasione hanno deciso di provare a esprimersi insieme con i suoni e la musica. Una performance bella e sentita.

Improvvisazione di insulti poetici e gara di improvvisazione “come lasciarlo/la e uscirne bene”

Incredibile entusiasmo e partecipazione da parte del pubblico per la gara di insulti poetici. Talmente belli gli insulti che sono stati attaccati nel corridoio del cantiere sociale per dare la possibilità a tutti di leggerli. Orchestrata magistralmente da Giulia e Marco, hanno saputo creare una splendida partecipazione del pubblico che si è sbizzarrita in insulti quanto mai particolari. Ha funzionato talmente bene che è stata replicata il sabato successivo cambiando il tema e trasformandolo in “come lasciarlo e uscirne bene”. Se cercate spunti trovate tutto lungo i corridoi a eterna memoria

Spettacolo “senza titolo”

Spettacolo di Marco. Adatto a tutti e che ha coinvolto particolarmente i bambini. Alla fine dello spettacolo per riportare tutti nel tema del futurismo, il pubblico è stato coinvolto in un percorso sensoriale, dove le persone sono passate attraverso bolle di sapone, fumo, aria e neve.

Presentazione dei piatti futuristi

Grazie alla mirabile cucina di Davide, che ha preparato dei piatti tratti dal libro di ricette futuriste di Marinetti, si è dato vita ad una vera e propria performance. Giulia, Alessandra e Lucia ci hanno condotto in un viaggio attraverso il futurismo per poterci aiutare ad apprezzare maggiormente i piatti preparati. Tra ironia e serietà è stata imbastita una performance culinaria, unica nel suo genere.

Performance “www.rrrumoorredirazzzi.ni

Un momento unico e magico delle due giornate. La performance ha visto quasi tutti l’associazione coinvolta come non succedeva da tanto tempo. Nata per l’occasione, grazie alla voglia di creare e sperimentare, è stata portata in scena una performance sonora fatta con le biciclette. Difficile spiegarla, andava vissuta e ascoltata, le foto possono rendere solo in parte.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.